//Gestione del Personale
Gestione del Personale2019-03-05T12:12:21+00:00

Gestione del Personale

Con professionalità ed impegno, assicuriamo ai Clienti la corretta gestione di tutti gli adempimenti amministrativi connessi al rapporto di lavoro, offrendo assistenza nella costituzione e nello svolgimento dei rapporti di lavoro e negli adempimenti in materia di diritto del lavoro, diritto e applicazioni della previdenza e assistenza sociale.

lo Studio, quale delegato della Fondazione Consulenti per il Lavoro,  è soggetto attuatore di tirocini formativi e di orientamento. Operiamo mettendo a disposizione la nostra professionalità in favore di imprese, disoccupati e lavoratori per creare opportunità di lavoro attraverso la ricerca e la selezione del personale e l’intermediazione professionale.

FOCUS TIROCINI EXTRA-CURRICULARI E STAGE

Allegati:

E’ la tipologia contrattuale, che coniuga l’accoglienza la formazione il sapere e l’educazione al saper fare.

Un percorso d’ apprendimento dove il giovane fino a 29 anni, non compiuti, viene accompagnato a imparare e ad inserirsi non solo nel mondo del lavoro ma nella specifica realtà lavorativa.

E’ lo strumento in grado di generare vera occupazione a lungo termine che, attraverso la formazione, consente l’inserimento proficuo dei giovani nel mondo del lavoro.

Questo rapporto di lavoro speciale consente ai datori di lavoro di fruire di benefici e agevolazioni di natura contributiva sia durante il periodo sia  dopo il “consolidamento” del rapporto al termine del periodo formativo, per due o tre anni.

Il lavoratore, in caso di licenziamento illegittimo, durante il rapporto di apprendistato, può fruire della “tutela rafforzata” prevista dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 194/2018.

Qualsiasi forma di apprendistato professionalizzante, attivata nel nostro ordinamento ai sensi del D.L. vo n. 81/2015, “gode” di agevolazioni di diversa natura; da quella più incisiva nel panorama delle agevolazioni contributive a quelle di natura economica per la progressione graduale della retribuzione e non meno importanti quelle di natura normativa, che escludono dal computo gli apprendisti per numerosi adempimenti fino agli  incentivi di natura fiscale (comma 20 e seguenti dell’art. 1 della legge n.190/2014) che escludono gli apprendisti dalla base imponibile ai fini dell’IRAP.

Leggi il focus della Fondazione Osservatorio statistico Consulenti del Lavoro 

L’apprendistato senza limiti d’età, over 29 anni, è consentito solo a condizione che il lavoratore fruisca di ammortizzatori sociali come l’indennità di  disoccupazione NASpI,  ASpI oMini ASpI, DIS-COLL al fine di qualificarlo o riqualificarlo in una mansione diversa da quanto già svolto.  C’è il vantaggio “ulteriore” di poter inserire nell’organico un lavoratore che ha già familiarità con l’ambiente produttivo, le cui competenze hanno solo necessità di un aggiornamento e dell’adattamento al nuovo contesto professionale.

Ha le stesse agevolazioni contributive, retributive e normative della tipologia del professionalizzante con alcune particolarità contrattuali:

–          c’è il divieto di recedere al termine del periodo formativo in assenza di giusta causa o giustificato motivo, con il conseguente venir meno della possibilità di usufruire degli sgravi ulteriori per l’anno di consolidamento e trasformazione del rapporto qualificato;

–          per gli over 29 c’è l’esonero dall’obbligo della formazione regionale solo per la parte inerente l’acquisizione delle competenze di base e trasversali.

Consulta la Scheda Agevolazioni

Ultimi Articoli