News

/News
News 2017-05-18T16:15:39+00:00

DATI DEI FAMILIARI A CARICO NON COMUNICATI AL DATORE

CONSEGUENZE GRAVI SE SI OMETTE DI COMUNICARE IL CODICE FISCALE DEL FAMILIARE PUR NON AVENDO DIRITTO ALLE DETRAZIONI FISCALI Quesito:  Cosa succede ai lavoratori dipendenti che, in virtù del reddito posseduto, vedendosi azzerate le detrazioni per carichi di famiglia previste dall’articolo 12 del Tuir, non comunicano ai datori di lavoro i codici fiscali dei familiari a carico? Risposta: La sezione della Certificazione Unica contenente i dati relativi al coniuge e ai familiari a carico costituisce la fonte informativa esclusiva a disposizione dell’Agenzia delle Entrate per la predisposizione del prospetto dei familiari a carico presente nella dichiarazione dei redditi precompilata. Il prospetto dei familiari a carico, a sua volta, è alla base del reperimento nelle basi dati del Fisco degli oneri detraibili sostenuti per i familiari a carico e trasmessi dai soggetti esterni (banche, assicurazioni, enti previdenziali, università, farmacie, ospedali, medici, [...]

Categorie: Elaborazione Dati|

Incentivi alle assunzioni di lavoratori disabili effettuate nel 2017

L’incentivo che è concesso ai datori di lavoro, previa domanda, per un periodo di trentasei mesi è stato rifinanziato dopo le numerose modifiche introdotte per facilitare e agevolare l’assunzione di lavoratori disabili.  L’art. 10 del D.Lgs. 151/2015 ha modificato i commi 3 e 4, abrogato i commi 2, 8 e 9, sostituito i commi 1 punto b) e 5 ed inserito i commi 1.bis e 1.ter all’art. 13 della Legge 68/1999. A seguito di tali modifiche le agevolazioni economiche risultano essere le seguenti: - nella misura del 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per ogni lavoratore disabile, assunto con rapporto di lavoro a tempo indeterminato nell’anno, che abbia una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79% o minorazioni ascritte dalla quarta alla sesta categoria di cui alle tabelle citate nella lettera a); - [...]

Mancati Pagamenti INPS

ATTENZIONE L'Inps sta inviando ai datori di lavoro domestico degli avvisi di accertamento per il mancato pagamento dei contributi domestici. Nell’avviso vengono segnalati gli importi mancanti e si invitano i contribuenti a regolarizzare la posizione. Per contestare l'avviso ci sono due possibilità: - telefonare al Contact center dell’Inps 803164 - usare il servizio “lavoratori domestici” sul sito www.inps.it All'interno della lettera Inps troverete un modulo che consente di autocertificare la pregressa comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro. Raccomandiamo a tutte le famiglie di conservare le ricevute dei versamenti effettuati anche dopo la chiusura del rapporto di lavoro.   Lo studio è a disposizione per assistere il datore di lavoro domestico

La procedura per avviare la Cassa integrazione guadagni Straordinaria – Cigs

Nei casi di riorganizzazione aziendale e/o di crisi aziendale - art. 21 co. 1 lettera a) e b) del D. Lgs. 148/2015 - i datori di lavoro rientranti nella casistica di cui all’art. 20 dello stesso decreto, che intendano avvalersi dello strumento straordinario, debbono applicare la procedura disciplinata nell’art. 24. L’impresa che ha necessità di avviare una riorganizzazione aziendale (la circolare n. 24/2015 del Ministero vi ha assorbito la causale della ristrutturazione) oppure che si trova in una temporanea e transitoria situazione di crisi (dal 31/12/2015 la cessazione di attività non è più ammessa) dovrà inviare apposita informativa, alle RSA/RSU, ove esistenti, nonché alle articolazioni territoriali delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale. L’individuazione delle OO.SS. è legata al CCNL applicato dal datore di lavoro. La medesima comunicazione sarà trasmessa ai competenti uffici individuati da ogni singola Regione [...]

La consultazione sindacale per accedere alla cassa integrazione guadagni ordinaria

Nei casi nei casi di sospensione o riduzione dell'attività produttiva (l’art. 11 del D. Lgs. 148/2015 in particolare si riferisce a “situazioni aziendali dovute a eventi transitori e non imputabili all'impresa o ai dipendenti” nonché a  “situazioni temporanee di mercato”), i datori di lavoro rientranti nella casistica di cui all’art. 10 dello stesso decreto, che intendano avvalersi dello strumento ordinario, debbono applicare la procedura disciplinata nell’art. 14. L’impresa che si trova in una temporanea e transitoria situazione di crisi dovrà inviare, almeno 25 giorni prima della data presunta della sospensione (10 giorni prima nel caso in cui l’azienda avesse meno di 50 dipendenti), apposita informativa, alle RSA/RSU, ove esistenti, nonché alle articolazioni territoriali delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale. L’individuazione delle OO.SS. è legata al CCNL applicato dal datore di lavoro. L’informazione dovrà riguardare: a) le cause [...]

Il licenziamento collettivo in applicazione degli artt. 4 e 24 della Legge n.223/1991

Nei casi previsti dall’art. 24 della L. n. 223/1991 (le “imprese che occupino più di quindici dipendenti, compresi i dirigenti, e che, in conseguenza di una riduzione o trasformazione di attività o di lavoro, intendano effettuare almeno cinque licenziamenti, nell'arco di centoventi giorni, in ciascuna unità produttiva, o in più unità produttive nell'ambito del territorio di una stessa provincia. Tali disposizioni si applicano per tutti i licenziamenti che, nello stesso arco di tempo e nello stesso ambito, siano comunque riconducibili alla medesima riduzione o trasformazione”) è necessario applicare la procedura di cui all’art. 4 della Legge suindicata. Il datore di lavoro deve inviare apposita comunicazione alla RSA/RSU aziendale nonché alle rispettive organizzazioni sindacali di categoria. In caso di assenza di RSA/RSU l’informativa deve essere inviata alle organizzazioni sindacali di categoria territoriali aderenti alle confederazioni maggiormente rappresentative sul piano nazionale. L’individuazione [...]

Carica Più Articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi