News

Home/News
News 2017-05-18T16:15:39+00:00

Modulazione dell’orario di lavoro da parte del datore di lavoro

Domanda: Il datore di lavoro ha la potestà di mutare liberamente la distribuzione dell’orario di lavoro dei dipendenti? È possibile modulare l’orario unilateralmente o occorre obbligatoriamente il consenso anche del datore di lavoro? Risposta: Prima di rispondere al quesito posto, vale la pena specificare che la modulazione dell’orario di lavoro da parte del datore di lavoro è differente a seconda del tipo di lavoro in essere, ossia:  se si tratta di lavoro part-time, scattano tutte quell’insieme di nuove norme introdotte dall’art. 4-12 del D.Lgs. n. 81/2015, e quindi entrano in gioco le clausole flessibili che disciplinano le modalità attraverso le quali la distribuzione dell’orario di lavoro può avvenire; differente è il caso del lavoro a tempo pieno. In quest’ultimo caso non esiste una norma specifica, ma esiste un noto principio generale che da un lato assegna al datore di lavoro [...]

Categorie: Gestione del Personale|

TRATTAMENTO DATI GIUDIZIARI DEI DIPENDENTI

Presunto innocente oppure .. Innocente fino a prova contraria?! Con provvedimento n. 267/2017, il Garante della privacy affronta la richiesta di un’azienda relativamente all’autorizzazione al trattamento di alcuni dati giudiziari dei propri lavoratori. Il caso: l’azienda istante agiva quale appaltatore a fronte di un contratto di appalto nel quale la committente le domandava l’impegno a richiedere, ad ogni lavoratore che avrebbe partecipato ai lavori (nel caso servizi ferroviari), il certificato generale del casellario giudiziale in corso di validità. L’azienda, oltretutto, avrebbe dovuto segnalare con tempestività, alla committente stessa, i nominativi di soggetti con specifici carichi. La committente, infatti, avrebbe potuto esprimere il proprio gradimento sui vari soggetti impegnati nell’appalto. L’Autorità garante fa dapprima notare che il trattamento dei dati giudiziari dei lavoratori, da parte del datore di lavoro, può essere giustificato solo da apposita disposizione di legge o da provvedimento [...]

Obbligo di denuncia infortunio a fini statistici

Buone Prassi: Nuove scadenze per denunciare tempestivamente gli infortuni sul lavoro  A partire dal 12 ottobre 2017 i datori di lavoro hanno l’obbligo di comunicazione all’Inail degli infortuni sul lavoro che implichino anche solo un giorno di assenza dal lavoro (escludendo quello in cui si è verificato l’evento). Tale obbligo consiste nel notificare, entro 48 ore dalla ricezione del codice identificativo del certificato medico, gli infortuni che comportino una diagnosi della durata da 1 a 3 giorni, escluso quello in cui si verifica l’evento, per i quali non era previsto l’obbligo della denuncia di infortunio standard, prevista dall’articolo 53 del Dpr 1124/65. La comunicazione è dovuta a soli fini statistici per incidenti lievi, mentre resta l’obbligo di denuncia degli infortuni più gravi, che comportino un’assenza dal lavoro superiore a 3 giorni, escludendo anche in questo caso quello in cui avviene l’evento. [...]

Lavoro intermittente e limiti d’età

Lavoro a chiamata , lavoro intermittente,  job on call…. Tanta modernità solo nel nome di un0unica fattispecie contrattuale ma nei fatti e nella vita delle Aziende stiamo ancora al dettato del 1923 Domanda: Nell’ambito del rapporto di lavoro a chiamata,  è possibile instaurare un rapporto di lavoro con dei lavoratori qualunque sia il limite d’età, purché rientranti nella tabella allegata al R.D. n. 2657/1923.? Risposta: Il contratto di lavoro intermittente o “a chiamata”, è attualmente disciplinato dagli artt. 13 e ss. del D.Lgs. n. 81/2015, i quali prevedono che: “Il contratto di lavoro intermittente è il contratto, anche a tempo determinato, mediante il quale un lavoratore si pone a disposizione di un datore di lavoro che ne può utilizzare la prestazione lavorativa in modo discontinuo o intermittente secondo le esigenze individuate dai contratti collettivi, anche con riferimento alla possibilità di [...]

Categorie: Gestione del Personale|

IL COSTO DELLA POSIZIONE DEL PERSONALE NEL BUDGET

Il ruolo del costo del personale nel budget Per ottimizzare il costo del personale e  ridurre le variabili di scostamento dai dati elaborati nei bilanci preventivi dai dati rilevati nel bilancio consuntivo ogni capitolo di spesa può fare la differenza e la parola d’ordine dovrà essere assolutamente il risparmio. In questa sessione il focus sarà centrato sul contenimento degli elementi variabili di retribuzione e sulla gestione delle tipologie contrattuali e sul risparmio in ambito assicurativo. Dispense a cura di Cristina Fioroni – Consulente del Lavoro —-> COSTO DEL PERSONALE E BUDGET (seconda parte) Leggi anche :  IL COSTO DEL PERSONALE E IL BUDGET (Prima parte) 

Categorie: Centro Studi, Elaborazione Dati|

Fondi Bonus occupazionale, CARPE DIEM!

NON ANCORA ESAURITI I FONDI DEL BANDO AD INCENTIVO OCCUPAZIONALE PER LE ASSUNZIONI DEL 2017 NEL SETTORE PRIVATO Da una verifica con gli Uffici della REGIONE Lazio e conferme del 9 ottobre 2017 sui fondi destinati ai bandi regionali in corso di validità è emersa ancora ad oggi, la disponibilità di risorse e fondi destinati dalla Regione Lazio alle Imprese che effettuano assunzioni fino a tutto il 31 dicembre 2017, salvo esaurimento risorse. L’Avviso relativo al BONUS ASSUNZIONALE fino ad un massimo di 8.000 € per persona, promosso dalla Regione Lazio si rivolge a Destinatari:   residenti nella Regione Lazio o iscritti in uno dei Centri per l’Impiego della Regione Lazio che risultano disoccupati, ai sensi dell’art. 19, D.lgs 150/2015; in cerca di occupazione, ai sensi della Circolare n. 34/2015 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; percettori di mobilità ordinaria o [...]

Carica Più Articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi