News

/News
News2018-09-17T17:53:45+00:00

ANF -Domande Telematiche per gli Assegni Nucleo Familiare da Aprile 2019

Affari di famiglia Assegni per il nucleo familiare ANF richieste solo online a partire dal 1° Aprile 2019. Non è uno scherzo! E’ un passaggio epocale ed innovativo dal cartaceo al telematico che innova le procedure, semplificherà la gestione amministrativa nelle aziende e consentirà maggiori controlli all’INPS. Con la circolare n. 45/2019 l’INPS introduce una importante e rilevante novità sia per la richiesta degli Assegni per il Nucleo Familiare sia per la gestione dei dati che fino al mese di marzo sono stati gestiti manualmente da parte di tutti i datori di lavoro non agricolo. A partire dal 1° aprile 2019 le domande per gli ANF potranno essere presentate esclusivamente per via telematica all’INPS. Questa novità alleggerisce il lavoro delle aziende che fino ad oggi dovevano prima raccogliere le dichiarazioni dei dipendenti, poi verificare che fossero rispettate tutte le [...]

LA FORMAZIONE SALVERA’ IL LAVORO DEL FUTURO – Costo del lavoro dimezzato per gli addetti alla formazione 4.0 nel 2019

LA FORMAZIONE SALVERA' IL LAVORO DEL FUTURO - Costo del lavoro dimezzato per gli addetti alla formazione 4.0 nel 2019 Agevolazioni Formazione 4.0 Confermato dalla manovra di bilancio, il bonus e l’Agevolazione Formazione 4.0 sotto forma di  credito d’imposta per le spese di investimento nella Formazione dei dipendenti nella misura del 50 % delle spese ammissibili nel settore delle tecnologie.  La rimodulazione delle regole del super ammortamento dell’iper ammortamento delle spese sostenute per R&S, conferma dal 2019 al 2020 un’importante agevolazione per le PMI che potranno accedere anche a un contributo a fondo perduto per l’acquisizione di consulenze specialistiche finalizzate a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano Impresa 4.0. Il credito d’imposta L’agevolazione del credito d’imposta spetta anche alle imprese che investono nella formazione del personale dipendente, sotto forma di corsi [...]

Le spese di parcheggio – Riflessi sulle trasferte

Rimborsi delle spese di parcheggio al dipendente: tassazione Agenzia delle Entrate – Consulenza giuridica Risposta n. 5 del 31 gennaio 2019 Sono stati forniti chiarimenti sul trattamento fiscale dei rimborsi delle spese di parcheggio sostenute dai dipendenti, nel corso delle trasferte al di fuori del territorio comunale. Nell’ipotesi in cui l’attività sia svolta al di fuori del territorio comunale, il Tuir prevede l’adozione di tre sistemi alternativi per il rimborso delle spese che sono state sostenute da parte del dipendente: sistema forfetario; sistema analitico; sistema misto. Con riguardo alle spese di parcheggio, l’Agenzia ha precisato che si tratta di spese che differiscono rispetto alle spese di viaggio, trasporto, vitto e alloggio. Il loro rimborso determina due differenti modalità di trattamento:  è assoggettabile interamente a tassazione nell’ipotesi in cui il datore di lavoro abbia adottato i sistemi del rimborso [...]

Massimale per contributi INPS e Retribuzione pensionabile 2019

Ogni anno si rende necessario verificare se le retribuzioni dei dipendenti supereranno il massimale INPS ed è necessario diffondere l'informazione tra tutti i lavoratori (collaboratori e amministratori inclusi) per sensibilizzarli a  verificare il proprio fascicolo contributivo personale. Per alcuni rapporti di lavoro si rende necessario sottoporre ai Dirigenti, ai Lavoratori,  Collaboratori, e Amministratori (anche se iscritti alla gestione separata INPS) la dichiarazione allegata e ci rendiamo disponibili a supportare nella compilazione chi avesse necessità di un confronto. Esaminare l'estratto conto contributivo dei cittadini  è utile a riscontrare se dal 1996 ad oggi, la contribuzione è stata effettuata correttamente sul corretto massimale o se sono necessarie richieste di rimborso all’INPS. Inoltre segnaliamo che, assumendo un Lavoratore con queste caratteristiche il costo contributivo del personale sulle somme che eccedono € 102.543,00 è limitato alle aliquote minori (circa il 3 % [...]

Detrazioni per figli a carico

Il nuovo limite di reddito A partire dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a ventiquattro anni, il limite di reddito complessivo per poter essere considerati fiscalmente a carico è elevato (articolo 1, commi 252 e 253, legge 205/2017). La legge di bilancio 2018 ha modificato, infatti, l’articolo 12, comma 2 del Tuir, stabilendo che, a partire dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a 24 anni, il limite di reddito complessivo per poter essere considerati fiscalmente a carico è elevato a €4.000 annui. Con riferimento all’anno 2019, se un figlio ha superato i ventiquattro anni d’età, oppure ha percepito redditi complessivi superiori ad € 4.000, è opportuno che comunichi al suo datore di lavoro di non applicarle la detrazioni per figli a carico. Cosa c'è da sapere  La detrazione [...]

Il Congedo di paternità

La Legge di Bilancio 2019 ha apportato modifiche anche alla normativa sul congedo di paternità. Oltre al congedo obbligatorio, di 5 giorni, è prevista la possibilità di fruire di un ulteriore giorno di assenza dal lavoro, facoltativo, in sostituzione ad un giorno di congedo spettante alla mamma. In sostanza, si ha la possibilità di godere di una ulteriore giornata in favore del padre, che andrà decurtata dal periodo spettante in favore della madre. Per poter godere del congedo di paternità, occorre fare richiesta scritta al proprio datore di lavoro, indicando, con un preavviso minimo di 15 giorni, le date in cui il padre intende fruire del congedo. VEDI FACSIMILE Altre notizie sul tema

Categorie: Gestione del Personale|
Carica Più Articoli